Cos’è la Fundació Universitària Martí l’Humà (Fondazione Universitaria Martí l’Humà)

La Fundació Universitària Martí l'Humà (FUMH) è un Centro Pilota per il Sostegno all'Innovazione legato all'UAB, che nasce nel 2003 con il fine di avvicinare l'università alla società attraverso un'offerta formativa che, in gran parte, va secondo richiesta, in modo che sono le persone, le aziende e le istituzioni che propongono la formazione che, dal loro punto di vista, richiede la società.

Così, sin dal principio, la Fundació Universitària Martí l'Humà ha scommesso per un modello di università di prossimità, con un'offerta formativa adattata ai requisiti della società, seguendo il modello delle università del nord Europa.

Siamo usciti dal campus e siamo arrivati fino al tessuto sociale senza aspettare che le persone si avvicinassero all'università. Per questo, sono già molti gli alunni che si sono formati con noi, e sono inoltre più di seicento le aziende che ci richiedono formazione e consulenza. Il nostro lavoro è orientato anche alle istituzioni, partecipando a progetti europei attraverso la Cattedra Jean Monnet di Diritto Costituzionale Europeo, con sede alla FUMH.

Del nostro paese, tradizionalmente, le aziende vedono le università come istituzioni lontane dalle loro necessità formative e la cui offerta accademica si trova al di fuori dal tessuto produttivo e da buona parte della società. Noi, invece, abbiamo fatto del trasferimento della nostra conoscenza la nostra ragione d'essere, e abbiamo fatto sì che centinaia di organizzazioni pubbliche e private vedano la FUMH come punto di riferimento per le capacità delle persone a lei vincolate ed un centro di conoscenza molto utile per i municipi dove la FUMH visualizza le sue attività di ricerca, formazione continua e docenza. Lungi dal risolvere i problemi posti dalle diverse organizzazioni, eseguiamo la diagnosi e la formazione del personale in questione, accompagnando l'azienda fino alla risoluzione del suo problema reale.

Accompagniamo e sosteniamo i commercianti, per i quali otteniamo le borse di studio necessarie, e li aiutiamo ad innovare (il nostro programma 24x7 ha coinvolto i commercianti più innovativi della Garriga e del Vallès Oriental).


Per questi e altri motivi, collaboriamo strettamente con il Servei d'Ocupació de Catalunya (Servizio d'Occupazione della Catalogna) (SOC), che ci ha nominato Agenti di Collocamento, e con l'Institut Català de Finances (Istituto Catalano di Finanze), di cui siamo Promotori Finanziari e come tali abbiamo come fine facilitare credito alle aziende ed agli imprenditori con progetti viabili. Perciò ci siamo trasformati anche in organizzazione di reingegneria finanziaria che aiuta a dare reale vitalità alle idee imprenditoriali, attraverso riformulazioni solvibili.

 

Attualmente, mantieniamo alleanze stabili con organizzazioni forti come, per esempio, il Centro di Innovazione per la Produttività di Microsoft; abbiamo accordi vigenti anche con l'Universitat de Girona, l'Universitat de Vic, l'Istitut Químic de Sarrià e, in modo speciale, con l'Universitat Autonoma de Barcelona (UAB), la nostra università di riferimento, che ci ha riconosciuti centro pilota di sostegno all'innovazione.

Il fatto di avere la sede della Cattedra Jean Monnet di Diritto Costituzionale Europeo, ci pone nel quadro dell'Unione Europea e favorisce le relazioni con università di tutto il mondo, con molte delle quali organizziamo attività accademiche. Da febbraio 2012 organizziamo con diverse università europee seminari di Diritto Internazionale attraverso videoconferenze dall'Aula Francesc Estabanell della nostra sede nel centro di Granollers che, inoltre, è anche sede della cattedra con lo stesso nome dedicata all'investigazione sulle Reti Intelligenti.

Ora, dalla Cattedra Jean Monnet, della quale è titolare la nostra presidentessa, la Dott.ssa Teresa Freixes, incoraggiamo diverse linee di dottorato europeo, postgrado e master di costituzionalismo multilivello, così come anche studi di genere, una delle nostre linee di investigazione prioritarie.

Nei prossimi mesi abbiamo anche previsto di impulsare la cattedra Manuel Raspall, centrata nello studio, investigazione e divulgazione dell'architettura catalana del XX secolo, e un'altra cattedra, il cui nome è ancora da decidere, che avrà come obiettivo l'investigazione, la protezione e la divulgazione delle lingue minoritarie d'Europa.

Abbiamo un accordo con l'Institut d'Envelliment de Catalunya (Istituto d'Invecchiamento della Catalogna) (UAB), con sede all'Ospedale Sant Pau, con il fine di creare alla Garriga l'Aula di Salute. Abbiamo impulsato anche, in collaborazione con l'Asil Hospital (Residenza-Ospedale per anziani) di questo paese, Caja Madrid e Área Básica de Salut della Garriga il programma Salute ed Invecchiamento, a cui ha partecipato gratuitamente il personale sanitario dell'Asilo Hospital (Residenza-Ospedale per anziani) del nostro paese. Siamo convinti che questa linea di lavoro debba continuare nel futuro.
Infine, in collaborazione con la Fundació Agrària (Fondazione Agraria) della Garriga, abbiamo organizzato anche diverse attività formative destinate ai contadini, ai lavoratori del campo e alle loro famiglie.

Crediamo firmamente nell'educazione e, quindi, nella formazione dei professori e nell'innovazione didattica. Con il Progetto Xarxa (Rete) ed il Progetto Topos abbiamo contribuito all'innovazione educativa in quattro centri della Garriga e in altri quindici della nostra regione senza alcun costo per i professori. La Scuola Estiva raggiunge ad ogni edizione le duecento persone iscritte, alle quali rilasciamo un certificato di assitenza con il riconoscimento del Dipartimento di Educazione del governo della Catalogna, che rappresenta per i partecipanti la comodità di non doversi spostare in altri comuni. Organizziamo anche una formazione on-line per i nostri professori.

Nell'ultima Scuola Autunno-Inverno abbiamo portato a termine la preparazione di un totale di 289 alunni per accedere alla funzione pubblica di docente, con una media di promossi del 70%. Abbiamo raggiunto una percentuale simile di promossi nei corsi di preparazione all'accesso all'Università di persone con più di 25 anni e con più di 45 anni.

Lavoriamo, quindi, in ambiti chiave per la nostra società: ambiente, sostenibilità, nuove tecnologie, educazione, patrimonio, turismo, mediazione, formazione aziendale e partecipazione. Inoltre, abbiamo creato alla Garriga l'Aula d'Universitat a l'Abast (Aula dell'Università a portata di mano), con più di 260 iscritti che, ogni martedì, ricevono una conferenza da parte di professori universitari, grazie all'efficienza di un gruppo di persone volontarie che, da sette anni, dedicano tempo ed energia per completare questo obiettivo.

Per tutto questo, possiamo affermare che abbiamo raggiunto uno degli obiettivi che ha motivato la creazione della Fundació Universitària Martí l'Humà, dieci anni fa, da parte del Comune, in collaborazione con Contrapunt/UNESCO e l'azienda La Doma de Curtidos, S.A.: convertire la Garriga in una città universitaria, con diverse attività che sono già un segno d'identità specifica del nostro comune.

Oggi, il Consiglio della Fundació Universitària Martí l'Humà,sotto la presidenza dell'Universitat Autònoma de Barcelona (UAB), è composto da quattro persone che rappresentano il Comune della Garriga, tre consiglieri che rappresentano la Doma de Curtidos, S.A., due consiglieri di Contrapunt/UNESCO e un consigliere di ognuna delle seguenti aziende: Estabanell Energía S.A., Maynou S.L. y Moya, Advocats y Assessors, S.L.

Abbiamo sempre creduto che la Garriga non deve essere solo un paese per pernottare, anche se è anche una città giardino. I nostri giovani hanno bisogno di trovare lavoro quì, e per questo è necessario generare qualunque attività economica, nello stesso tempo, sostenibile, rispettosa con il patrimonio e l'ambiente, dato che questi attributi hanno sempre caratterizzato il nostro comune. Per questo, bisogna impegnarsi molto per convertire la Garriga in un punto di riferimento dell'attività economica che genera ricchezza. E in questo senso, eravamo convinti che la Fundació Universitària Martí l'Humà poteva e doveva contribuire in modo efficace.

Oggi centocinquata persone ricevono una remunerazione dalla FUMH per la loro collaborazione con noi, in maggiore o minore misura; più di seicento aziende ricevono il nostro appoggio e consulenza attraverso i professori universitari, in aree competitive, e allo stesso tempo collaborano con noi patrocinando altri progetti che costituiscono la branca più sociale della nostra Fundació Universitària, e decine di imprenditori trovano in noi il sostegno necessario perchè i loro progetti arrivino in porto.

È in questo contesto che si giustifica la posizione di Can Raspall come sede sociale della FUMH, insieme al Comune e all'UAB, e a Can Ramos del Centro Pilota di Sostegno all'Innovazione, che abbiamo potuto riabilitare grazie alla collaborazione dell'università e di venti aziende e istituzioni che, a suo tempo, hanno scommesso per il progetto di convertire la Garriga in una città universitaria.
Ma senza dubbio la collaborazione più preziosa che abbiamo stretto in questo sogno di convertire la Garriga in una città universitaria è quella con la società civile e delle persone che condividono professionalmente il progetto. Suddetto progetto si basa sulla costruzione di un polo di conoscenza molto forte,in cui si sono coinvolti più del necessario. Anche in momenti difficili siamo una squadra di persone che lavorano senza discrepanze e che facciamo dell'efficienza la nostra ragione d'essere. Abbiamo camminato insieme per convertire la nostra città nella capitale universitaria del Vallès Oriental, con molte complicità e con alcune incompresioni.ital universitaria del Vallès Oriental, con muchas complicidades, aunque también con algunas incomprensiones.

Eora vogliamo continuare consolidandoci, sventolando sempre la bandiera del nostri principi fondazionali: ci dichiariamo difensori dei diritti umani e dei valori democratici, della solidarietà e del rispetto. Siamo nati con la ferma volontà di collaborare con le università dei territori del dominio linguistico catalano, ma anche con il resto del mondo, e con le istituzioni ed entità pubbliche e private che seguono i nostri stessi obiettivi.
Ci ispiriamo quindi ai valori dell'UNESCO, dal nostro radicamento nella realtà nazionale e sociale catalana, avendo sempre come fine il consolidare, attraverso attività di docenza, l'investigazione, la divulgazione e la trasferenza della conoscenza, un centro universitario che oggi è già una splendida realtà.